Bonus luce, gas e acqua 2021: Come ottenere le agevolazioni fiscali sulle bollette?

Chiama

Whatsapp

Email
My project casa - Blog
Tutto ciò che devi sapere sulla tua casa e tanto altro ancora...
Torna al blog

Bonus luce, gas e acqua 2021: Come ottenere le agevolazioni fiscali sulle bollette?

 

In questo periodo di difficoltà e instabilità economica, L’ARERA ha approvato delle nuove regole che toccano i bonus sociali al fine di andare incontro a tutte le famiglie colpite dalla pandemia. 

Lo sconto sulle bollette sarà automatico, ma è necessario avere dei requisiti precisi per poter rientrare nella fascia dei cittadini idonei. 
Tale sistema automatico è una vera e propria rivoluzione nel campo della burocrazia. Grazie alla semplificazione dei processi, infatti, i cittadini non dovranno più preoccuparsi di dover consegnare i documenti di richiesta per accedere al bonus a cui hanno diritto.

 

Come funziona il bonus sociale e chi ne ha diritto?
 

Il riconoscimento del bonus sociale è un’agevolazione della quale potranno usufruire tutte le famiglie con ISEE fino a 8.265€, le famiglie numerose (con almeno 4 figli a carico) con un ISEE fino a 20.000€ e tutti i beneficiari del reddito di cittadinanza

A partire dal 1 luglio 2021 e per i 12 mesi successivi, tutti i suddetti gruppi potranno ottenere in modo automatico gli sconti sulle bollette di luce, gas ed acqua. È indispensabile, tra i requisiti per accedervi, che almeno uno dei componenti facente parte della dichiarazione ISEE presentata all’ente di riferimento, sia l’intestatario del contratto di fornitura elettrica e/o idrica e/o gas. 

L’importo scontato dipende dal numero dei componenti del nucleo familiare e, scendendo nei particolari, sono previsti dei risparmi di 125€ per le famiglie composte da 1 o 2 persone; 148€ per le famiglie composte da 3 o 4 componenti e 173€ di sconto per i nuclei familiari con più di 4 componenti. È bene specificare che ogni nucleo familiare può usufruire di un solo bonus annuale. 

Potranno usufruire degli sconti sulla bolletta elettrica, anche i cittadini in possesso della legge 104, appartenenti alla fascia di persone con disagio fisico, che hanno bisogno di apparecchi vitali. 
Sono riconosciuti come apparecchi vitali i macchinari che supportano la funzione cardio-respiratoria, renale, alimentare e di movimento, come ausili per il sollevamento dei disabili.

In riferimento a tali casi specifici, però, il procedimento per la richiesta del bonus sociale è differente da quella spiegata in precedenza; Infatti per tali gruppi, non è previsto il sistema automatico e sarà indispensabile la consegna, al Caf del Comune di riferimento, dei relativi certificati rilasciati dalla ASL attestanti l’invalidità. In tali certificati, inoltre, sono indispensabili i riferimenti a informazioni circa le apparecchiature di cui si usufruisce, numero di ore giornaliere di utilizzo, potenza, codice POD e indirizzo d’installazione dell’apparecchiatura vitale.

Oltre tale certificato, è importante non dimenticarsi di allegare la carta d’identità, codice fiscale e modulo B o modulo A per la richiesta dello sconto sulla bolletta del gas. Per quest’ultimo caso specifico, inoltre, è obbligatorio disporre anche del codice PDR, ma non è necessario presentare il certificato rilasciato della ASL.
 

 

STAI CERCANDO CASA? DAI UNO SGUARDO ALLE NOVITÀ